Museo di Pignaca

1982 - Il bologna retrocede e cede Mancini, la tifoseria si ribella contro il Presidente

Nella stagione 1981/82 il Bologna retrocede per la prima volta nella sua gloriosa storia, in serie B. Nel campionato funesto ha brillato comunque una stella, il 16enne Roberto Mancini che colleziona 30 partite e 9 gol. Il Presidente Fabbretti lo cede in estate alla Sampdoria in cambio di quattro giocatori: Galdiolo a fine carriera, Logozzo, Roselli e Brondi. A conguaglio un tot di denaro per una stima complessiva (mai convincente del tutto) di circa 4 miliardi.
La tifoseria si ribellò a Fabbretti, furono attivate molte iniziative contro di lui - alcune delle quali censurabili, vennero mandati in frantumi i vetri di una sua agenzia di assicurazione, e qualche irresponsabile appiccò anche fuoco agli infissi di casa sua.
Vennero anche raccolte firme per una "scacciata" del Presidente.
Il volantino rigurada proprio la convocazione della tifoseria per una raccolta di firme sotto la sede del Bologna, in via del Borgo.

Commenti

Aggiungi un commento

Non sono presenti commenti. Scrivi il primo commento.

  •  

Visita Veloce

Lingua preferita

Download Photo