Museo di Pignaca

1914 (13 giugno) Cartolina spedita durante la settimana rossa

Cartolina spedita da Forlì il 13 giugno 1914 per Crissolo (Cuneo). Il 7 giugno, ad Ancona, durante una manifestazione anti-militarista vennero uccisi 3 manifestabnti dai carabinieri. Il fatto scatenò insurrezioni che dalle marche si allargarono in tutte le grandi città, dal Nord al Sud d'Italia; ci furono manifestazioni per strada e scontri violenti tra carabinieri e manifestanti con decine di morti, alcuni anche tra le forze dell'ordine. In romagna, soprattutto, la popolazione credette fosse giunta l'ora della rivoluzione: scioperi, disordini, arresti di ufficiali militari, portarono le lancette indietro al 1849, soffiando sul vento repubblicano. Furono sette giorni di febbre durante i quali la rivoluzione (L'"ora sbaracuclòna") sembrò prendere consistenza di realtà, più per la vigliaccheria dei poteri centrali e dei conservatori che per l'urto che saliva dal basso... Per la prima volta forse in Italia colla adesione dei ferrovieri allo sciopero, tutta la vita della nazione era paralizzata.
La rivolta fallì a causa della mancanza di unità: non c'erano organizzazioni in grado d'incanalare le forze e dare loro un programma.

Commenti

Aggiungi un commento

Non sono presenti commenti. Scrivi il primo commento.

  •  

Visita Veloce

Lingua preferita

Download Photo